18/03/2020
Conoscete la differenza tra maso, malga e rifugio?

Informazioni sul latte

 

Caratteristiche e funzioni delle strutture di montagna 

Questione di altitudine, ma anche di uso… Se siete in montagna, fate attenzione a chiamare le cose col giusto nome!

La questione è semplice: maso, malga e rifugio non sono la stessa cosa e non vanno confusi.

I masi hanno una lunghissima tradizione in Alto Adige. Sono le classiche case di montagna in legno e muratura con accanto il fienile e la stalla. Annessi hanno di solito terreni, pascoli e boschi, un insieme che garantisce l’autosufficienza del contadino e della sua famiglia. Ed è all’interno dei masi che cresce e si mantiene viva la tradizionale produzione di latte dell’Alto Adige. Ogni maso ha una media di 15 mucche da latte e 8 vitellini. In Alto Adige se ne trovano un po’ ovunque, a valle e sui pendii delle montagne e se ne contano circa 5.000.
 

Se nei mesi estivi, facendo un’escursione in alta montagna, vedete una tipica costruzione in legno e pietre circondata da rilassate mucche, vi state avvicinando a una malga. I contadini le usano come abitazioni nei mesi caldi e vi ci portano con sé le mucche all’alpeggio. Le malghe hanno annesse piccole stalle per mucche e, in alcune di loro, i malgari lavorano direttamente il latte da cui si ricavano formaggi, burro ed altri prodotti caseari di malga. Le malghe di norma sono chiuse nei mesi compresi tra ottobre e maggio. In Alto Adige se ne contano circa 1.500.

Latte e cosmesi naturale

Cosa ben diversa sono invece i rifugi, raggiungibili generalmente solo a piedi. Cercatene uno se siete in alta quota e vi serve un riparo da vento e pioggia, oppure se avete intrapreso un'escursione di più giorni e avete bisogno di un letto e di qualcosa da mangiare!
 

Queste diverse strutture sono tipiche del paesaggio altoatesino, ne costudiscono la storia e le tradizioni e spesso offrono prelibatezze per gustare i prodotti a base di latte dell’Alto Adige.

 

 

 

 

   


OK