14.04.2022
Dalla città alla campagna

Informazioni sul latte

 

Margareth Hofer Vanzetta di Laives si è trasferita in Val di Giovo per diventare produttrice di latte: oggi è la contadina dell’anno 2022 

Tutto ha avuto inizio con la sua inserzione “Cercasi casa immersa nel verde”. Nel 2000, Margareth Hofer Vanzetta di Laives, insieme al marito Werner, ha rilevato il Gogerhof a Racines in Val di Giovo, i cui proprietari erano senza figli. “All’inizio è stata dura”, ricorda questa madre di tre ragazzi, “soprattutto gli inverni senza riscaldamento”. Con molta perseveranza, impegno e ottimismo, nel corso del tempo la famiglia è riuscita a trasformare il vecchio maso fatiscente in una vera e propria casa, che oggi conta un edificio residenziale ristrutturato con due appartamenti per le vacanze e un’innovativa stalla libera per le mucche da latte, che hanno dovuto abituarsi al movimento. “Ci è voluto un po’ di tempo prima che si stabilisse una sorta di gerarchia. Ora vanno sempre più d’accordo”, ammette l’allevatrice con un sorriso.

 

Margareth Hofer Vanzetta di Laives si è trasferita in Val di Giovo per diventare produttrice di latte: oggi è la contadina dell’anno 2022.

 

Il benessere delle mucche grigie, che cura efficacemente con l’omeopatia, le sta molto a cuore. Margareth è felice di condividere le sue conoscenze con le contadine della vallala, per cui lo scambio reciproco è molto importante. Questa contadina parla di sensibilità, che la fa sentire bene, al pari dell’attività in mezzo al verde: “Sono convinta che i contadini lavorino nella natura, con la natura e per la natura!”.

 

In questo maso biologico regna una forte coesione. Ciascuno dei tre figli, Paul, Elisabeth e Toni, dà una mano nella stalla, nel bosco o nella preparazione del pane. La vita qui è emozionante anche per gli ospiti, soprattutto quando mettono piede nella stalla. “Molti non riescono a credere che abbiamo così poche mucche”, si meraviglia questa contadina spiritosa e spigliata, “e alcuni pensano che il latte di fieno sia ricavato proprio dal fieno”. I visitatori possono verificare di persona come vengono nutrite, munte e allevate le mucche. Ma ciò che apprezzano di più del Gogerhof sono la vicinanza alla natura, la pace, la tranquillità e la quasi assenza di traffico. Margareth naturalmente è d’accordo con loro: “Qui è davvero fantastico!”.