Latte biologico - Sostenibilità

Per amore della natura

 

Il paesaggio culturale dell’Alto Adige, caratterizzato da prati d’un verde brillante e pascoli rigogliosi, è indubbiamente unico al mondo. Un paesaggio plasmato dall’uomo, che merita di essere protetto e preservato.

Alpeggi e pascoli, così come li vediamo oggi, devono la loro imparagonabile bellezza all’opera di numerose famiglie contadine, che - generazione dopo generazione - allevando il proprio bestiame modellano il territorio. Sono 348 i masi posti sotto tutela dei beni culturali e 232 quelli sotto tutela degli insiemi: questo dimostra che i masi, i prati e i pascoli alpini stanno plasmando il volto di questa terra già da diversi secoli.. Colonna portante del settore dell’allevamento di bestiame è l’industria lattiero-casearia.

L’impegno di contadini e contadine L’impegno di contadini e contadine +
L’attenta cura di terreni e pascoli L’attenta cura di terreni e pascoli =
Foraggio naturale per le mucche Foraggio naturale per le mucche =
Latte e latticini dal sapore straordinario Latte e latticini dal sapore straordinario =
Soddisfazione del consumatore Soddisfazione del consumatore
Sostenibilità.
Uno sforzo che premia.

Per i quasi 5.000 contadini e contadine di montagna, in quanto fornitori di latte e soci delle latterie dell’Alto Adige, un’economia sostenibile è da sempre un’evidente priorità. Pensare e agire a lungo termine nei settori dell’ecologia, dell’economia, del sociale e del benessere degli animali fa parte dei nostri princìpi guida.

Download rapporto sostenibilità

Spazio vitale.
I pilastri dell’industria lattiero-casearia altoatesina

 

L’utilizzo e il trattamento delle risorse avvengono sempre in modo responsabile, anno dopo anno. Anche perché, spesso, la gestione di un maso coinvolge diverse generazioni. L’interesse non è tanto nell’ottenere rapidamente un profitto, bensì nella cura attenta e scrupolosa del maso e di tutto ciò che ne fa parte.

Masi contadini
Lo sapevi che …
  • … oltre 1.000 masi contadini si impegnano per la tutela di preziosi pascoli magri (detti anche “calcarei”) e alpeggi ricchi di specie?
  • … il 70% delle aziende agricole opera nel rispetto delle rigorose condizioni previste dalle misure agroambientali?
  • … il 20% delle aziende agricole alleva razze bovine a rischio estinzione come la Grigio Alpina (Grauvieh), la Pinzgauer, la Pustertaler Sprinzen e la vacca Bruna originale?

Ecco alcune delle caratteristiche dei masi altoatesini d’alta montagna: si trovano in quota al di sopra delle valli, a un’altitudine che varia tra gli 800 e i 2.000 metri, con una media di 14 ettari di terreno.

Alto Adige, una terra di montagne. Circa il 60% del territorio si trova ad oltre 1.500 m di altitudine. Tuttavia, un terzo del totale è superficie agricola utile: circa il 19,1% dei masi è situato al di sotto dei 1.000 m, il 62,2% a 1.000-1.500 metri e il 18,2% a 1.500 metri di altitudine.

Contadini di montagna
Lo sapevi che …
  • … la produzione di latte rappresenta la principale attività economica per i contadini e le contadine di montagna?
  • … quasi la metà delle superfici agricole presenta una pendenza del 30%?
  • … le nostre mucche hanno tutte una propria “personalità” e un nome, come Alma, Susi, Glocke, Blume o Gabi?
  • … un terzo dei masi è costituito da masi aviti?

 

 

   


OK